stampa | chiudi
Trasferte e dintorni
Sport - Optimist - giovedý 15 marzo 2012
Termoli - Una trasferta da non dimenticare, stranamente, non per il risultato sportivo che non c’è stato, in quanto condizioni meteo dure e preannunciate dal meteo, non hanno consentito ai 150 ragazzi convenuti a Termoli da diverse regioni, di disputare dopo due giorni di attesa nemmeno una prova Optimist. Dunque tutti a casa, se ne riparla alla prossima occasione. Quello che invece cambierà per il futuro, sarà il Ns. approccio come Sezione LNI alle trasferte, da Termoli in poi per noi, dovrà essere tutto diverso. Nonostante l’impegno profuso prima della partenza, fatto di controlli al fuoribordo, manutenzione al furgone, al gommone etc. mi sono reso conto personalmente che questo non è bastato per non cadere in situazioni difficili, risolte solamente con l’ausilio di eventi fortuiti e con la solita botta di fortuna. Questo non dovrà più succedere e non mi riferisco alla fortuna, ma chiedo per questo la collaborazione e l'assunzione di responsabilità di tutti, iniziando dal Cd. per finire ai genitori. L’argomento è molto serio e la cronaca di questi giorni lo evidenzia purtroppo, tragicamente. In questa sede, e lo dico prima a me stesso e poi a tutti gli interessati:  Le procedure per le richieste di trasferte per il futuro saranno molto di più valutate e selezionate, che dovranno essere richieste con molto anticipo, che dovranno essere supportate dalla collaborazione di più persone e che verrà richiesta la compilazione di moduli appositamente elaborati che attestino l’avvenuto controllo. Senza ottemperare a queste procedure NON SI ESCE! Questo, per ridurre al minimo l’eventuale fattore di rischio o di fatalità che purtroppo non si può eliminare totalmente, nemmeno se si esce da casa per andare al panificio più vicino e si deve attraversare la strada. No all'apprensione, si al buon senso. Il presidente
Nella foto: Un Trabucco termolese domenica 11 marzo


Immagini allegati all'articolo
stampa | chiudi