stampa | chiudi
La LNI/CS si aggiudica il Trofeo Fritz Giannini -
Sport - Laser - giovedý 15 marzo 2012
Trofeo Fritz Giannini, Campionato Zonale Laser, RYCCS, 25,26 febbraio, 10,11 marzo

Nei giorni 10 e 11 marzo si sono disputate a Napoli, presso il RYCCS, le prove valide per la seconda regata zonale del circuito Laser. Unitamente con la precedente regata zonale svoltasi presso lo stesso circolo l’ultimo fine settimana di febbraio, le prove sono state valide per l’assegnazione del trofeo challenge Fritz Giannini, messa in palio dal Circolo, come ha avuto modo di ricordare il presidente Pippo dalla Vecchia, per ricordare il grande timoniere che, vinse a timone dello Star ORSA con i colori del Savoia il Campionato Europeo della classe svoltosi a Nizza nel 1934. La coppa viene assegnata come ormai tradizione all’equipaggio vincitore della classifica finale della Classe che comprende il maggior numero di concorrenti.
È stato un fine settimana intenso, caratterizzato da forte vento prevalentemente da grecale che non ha permesso il regolare svolgimento delle prove del sabato. Domenica dunque, con un vento leggermente calato (ma non troppo) si è dovuto procedere programmando il recupero di una delle due prove non disputate. Per la nostra sezione regatavano ben 6 atleti, suddivisi su due delle tre note classi laser. Nei laser radial correvano Domenico Scognamillo (vecchia volpe rientrata dopo un periodo di riconciliazione con se stesso), Giuseppe Capaldi (“vecchia” pecorella smarrita e ritrovata) e Mario Moccia (alla sua prima regata in radial). Per il laser 4.7 correvano invece Federica Mennella (anche lei, a dispetto dell’età, vecchia volpa molto conosciuta a chi scrive) Flavio Spagnuolo (croce e delizia della squadra) e Carmine Formicola (un’altra pecorella stabiese, smarrita e poi con piacere ritrovata).
La squadra nel suo complesso si è dimostrata molto matura nell’affrontare le diverse fasi di cui si compone una trasferta, con sufficiente attenzione ma con quel pizzico di rilassatezza che rappresenta la nostra forza. E mi sento in dovere di ringraziare loro tutti (chi più, chi meno, ma in primis Domenico Scognamillo) per avere la pazienza di supportare (e sopportare) le mie mancanze quando sono impegnato con il lavoro. Dal punto di vista atletico è forse pesato un po’ per tutti una non perfetta regolarità negli allenamenti; ma sono convinto che nei prossimi mesi ci sarà un’inversione di rotta, convinzione rafforzata anche da un primo de briefing che abbiamo avuto modo di affrontare assieme. Tra tutti mi sento in dovere di elogiare (e nessuno me ne voglia) sul piano atletico Carmine Formicola che tra tutti è stato quello più regolare negli allenamenti e spero che i frutti del suo costante allenamento comincino ad essere colti da lui per primo.
Di seguito i risultati ottenuti dalla nostra squadra
Laser Radial
Giuseppe Capaldi nonostante una rottura avvenuta nella penultima prova si aggiudica il trofeo Fritz Giannini.
Domenico Scognamillo con un po’ di sfortuna tra salti di vento e rotture chiude al quinto posto.
Mario Moccia alla sua prima regata in radial, nonostante le dure condizioni di vento e qualche rottura, chiude a metà classifica con un dignitosissimo sedicesimo posto con un leggero crescendo nelle singole prove
Laser4.7
Carmine Formicola chiude al quinto posto con parziali in decisa crescita a dimostrazione del buon lavoro fatto
Federica Mennella chiude al nono posto e prima tra le donne.
Flavio Spagnuolo chiude subito dietro al decimo posto, pagando qualche chiacchierata di troppo in allenamento.
Adesso spero che tutti (anche chi è rimasto a casa) abbiano voglia di rimboccarsi le maniche (o forse sarebbe meglio dire il pantaloncino steccato) in vista dei prossimi appuntamenti programmati.
Salvatore Ercolano
Buon vento e …. barche in acqua



Immagini allegati all'articolo
stampa | chiudi