stampa | chiudi
Due giovani velisti stabiesi brillano nelle competizioni nazionali
Sport - Laser - giovedý 13 settembre 2012
Campionati nazionali di vela under 19 e under 16, la Lega Navale di Castellammare porta a casa ottimi piazzamenti per due atleti stabiesi. Il primo successo è stato raggiunto nel corso dei campionati nazionali di vela under 19 che hanno animato il porto di Torre del Greco lo scorso mese di agosto. Nella classe “Laser” il giovane Giuseppe Capaldi si è classificato quindicesimo su una selezione dei migliori ottanta atleti italiani under 19. Analogo piazzamento per Giuseppe Carmine Formicola nei campionati under 16, che si sono svolti nei primi giorni di settembre a Cagliari. Anche per lui quindicesimo posto. Risultati di rilievo per i due atleti di Castellammare, frutto di un duro lavoro svolto proprio nella città delle acque. Presso la sezione stabiese della lega navale italiana è presente, infatti, una scuola di vela che nella classe laser allena una decina di allievi. Di questo gruppo fanno parte anche Giuseppe Capaldi e Giuseppe Carmine Formicola, arrivati ai vertici della competizione nazionale nella classe velica “Laser” delle rispettive categorie di età. I ragazzi vengono seguiti negli allenamenti da Salvatore Ercolano, anche lui di Castellammare. Si tratta di una realtà importante sul territorio stabiese che consente agli amanti dello sport di praticare la vela a livelli molto alti, come i risultati conseguiti dai due giovani atleti hanno dimostrato nel corso delle ultime competizioni nazionali. L'impegno della sezione stabiese della Lega Navale Italiana nella promozione dei valori dello sport è forte e costante. Non a caso, il neo-presidente della sezione di Castellammare, Patrizia Chierchia e il consigliere allo sport della lega, Antonio Fusco hanno annunciato l'avvio di una nuova iniziativa. Nelle prossime settimane partirà dalla L.N.I una campagna promozionale di leva gratuita di vela per i ragazzi dai nove anni in su. Un'occasione da non perdere per i “campioni del futuro”.

Articolo pubblicato su Metropolis del 13/09/2012


stampa | chiudi